23 Dicembre 2015 di admin Patenti

Conversioni patenti estere

Conversioni patenti estere

Per effettuare la richiesta di conversione della patente di guida è innanzi tutto necessario distinguere quale sia il Paese d’appartenenza e il paese per il quale si vuole effettuare la conversione. In ogni caso questo deve essere fatto entro il termine di scadenza della patente da convertire, a prescindere che nello Stato in cui si fa la richiesta sia valido o meno come termine di validità.(Elenco stati cui le patenti possono essere convertite: circ.n. 4586/M340 del 02.11.2004) Normativa speciale per Canada, Cile, Stati Uniti, Zambia (solo alcune categorie di cittadini). Per i titolari di patenti in corso di validità rilasciate dagli Stati membri della comunità europea è sufficiente rivolgersi presso la nostra sede in Via Felice Casati a Milano.

I documenti necessari sono:
-patente da convertire (integra e originale)
-fotocopia della patente di guida
-documento di identità (ID o passaporto)
-per cittadini extracomunitari, regolare permesso di soggiorno
-se inoltre la patente in corso di validità nello stato di appartenenza risulta scaduta in quello di destinazione saranno necessari anche un certificato medico di idoneità alla guida, che potrà essere fatto presso la nostra sede, e 2 foto formato fototessera, di cui una validata in seguito.

Se si è invece titolari di una patente di guida rilasciata da uno Stato extra-comunitario è necessario un Permesso internazionale di guida o una traduzione giurata della patente, il quale si effettua sempre presso una qualsiasi motorizzazione. Le condizioni per ottenere questo, sono più o meno restrittive a seconda dello Stato di appartenenza e del tipo di patente che si possiede. Per effettuare il procedimento sono necessari tutti i documenti di cui sopra, a differenza del modello da compilare (ovvero modulo TT 2112 anzichè TT 746) e una traduzione dei dati della patente estera, certificata da un documento in bollo. Quest’ultimo deve essere convalidato dalla prefettura e precedentemente dallo Stato (anche in rappresentanza) che ha rilasciato la patente.