23 Dicembre 2015 di admin Pratiche

CAP – Certificato di Abilitazione Professionale

CAP – Certificato di Abilitazione Professionale

Il CAP è l’acronimo che indica il Certificato di Abilitazione Professionale. Si tratta, in sunto, di una idoneità rilasciata per mezzo di una documentazione rilasciata dall’Ufficio di Motorizzazione Civile (UMC) a seguito di alcune pratiche specifiche. Prima di introdurre queste pratiche occorre ricordare che il CAP si divide in KA e KB e che si tratta di due differenti tipi di certificazione strettamente legati rispettivamente alle patenti di riferimento (A per KA e B per KB).Questo significa, brevemente, che esiste una stretta dipendenza l’una dall’altra e che la validità dei certificati decade immediatamente alla scadenza, sospensione, rinnovo della stessa. La certificazione di abilitazione professionale ha una durata di 5 anni e può essere conseguita a partire dal ventunesimo anno di età. Il rinnovo della stessa diventa più frequente al superamento del 65 anni di età. La certificazione Kb è richiesta per condurre motocarrozzette (veicoli a tre ruote composte da un motociclo e una carrozzella, in inglese sidecar), per autovetture in servizio di piazza (taxi) o per noleggio con conducente (NCC). La certificazione KA, invece, segue le stesse pratiche ma è d’obbligo per la conduzione di motoveicolo per il trasporto in piazza o a noleggio con conducente. Entrambe seguono art. 119 del Codice della Strada. Per ottenere la certificazione di abilitazione professionale ci si deve sottoporre ad una visita medica che certifichi un’idonea condizione psico-fisica e il superamento di un esame orale che misura le conoscenze (a livello abbastanza approfondito) di due categorie di argomenti: la conoscenza della struttura del mezzo e delle sue parti e gli elementi generali in materia di trasporti e di amministrazione.

La patente nautica, invece, può essere rilasciata con il raggiungimento della maggiore età e comporta una visita medica per l’accertamento delle condizioni psico-fisiche; viene rilasciata dall’ufficio di motorizzazione civile, dalla capitaneria di porto o dall’ufficio circondariale marittimo. Ha una validità di 10 anni se il possessore ha ottenuto questa patente prima del raggiungimento dei 60 anni di età, altrimenti durerà 5 anni.

La patente speciale è una documentazione obbligatoria richiesta a chi desidera condurre un veicolo ed è affetto da una disabilità fisica. Per il rilascio di questa patente occorre modificare il mezzo e disporlo delle caratteristiche strutturali necessarie e in linea con gli standard comunitari e occorre sottoporsi ad una visita presso una Commissione Medica Locale che attesti l’idoneità alla guida.